Della Peruta

Descriversi e raccontarsi non è mai semplice, in questi casi il rischio che si corre è di essere banali o scontati, soprattutto quando occorre farlo in poche righe.

Ci provo e chiedo scusa in anticipo se la mia presentazione dovesse risultare priva di contenuti interessanti per chi avrà la pazienza di leggerla fino alla fine.

Mi tolgo subito dall’imbarazzo e parto dalla dimensione “anagrafica”, mi chiamo Paolo Della Peruta, sono nato e vivo a Sant’Agata de’ Goti, sposato da 18 anni con Cecilia Massaro, compagna di viaggio e di vita e mamma di Marialuisa e di Rocco.

Sono tifoso, anche troppo, del Napoli e delle sue sofferenze calcistiche da quando con Zio Piero salivo i gradoni dello stadio San Paolo a Fuorigrotta per ammirare il grande Diego Armando Maradona. La passione per il “pallone” mi accompagna da sempre e ancor oggi, con rigorosa puntualità non può mancare nella settimana la partita di calcetto che diventa anche l’occasione per rivedere (e litigare sportivamente) con amici vecchi e nuovi.

Dopo l’esperienza dell’anno scorso, questa è la mia seconda volta da candidato, quindi per certi aspetti è un esordio rinviato che ho scelto naturalmente di fare senza cambiare campo di gioco o maglietta. Per coerenza, per correttezza e per rispetto anche di coloro che qualche mese fa hanno deciso di sostenermi in questo mio percorso.

Ai miei familiari, agli amici, a chi mi conosce e ai cittadini chiederò la preferenza innanzi tutto per dare forza alla lista e al candidato sindaco Carmine Valentino, poi, senza falso altruismo, per aiutarmi a essere eletto.